Cineforum Comi – Un antidoto all’indifferenza

  • 10 ottobre 2018
human-flow
Con il cine-documentario Human Flow, del regista/artista cinese dissidente Ai Weiwei, il Comi ha dato il via al “Cineforum Comi: un antidoto all’indifferenza”.

L’iniziativa (che prevede tre incontri) nasce all’interno del progetto di Servizio Civile Nazionale “Parla (e suona) con me” che ha come obiettivo favorire, nel Primo Municipio di Roma, la relazione tra italiani e persone di diversa cultura e provenienza, attraverso la realizzazione di eventi e incontri culturali, volti a promuovere e a incoraggiare la conoscenza tra italiani e immigrati. L’opera affronta il dramma dei tanti che nel mondo, a causa di conflitti e miseria, sono costretti a lasciare la propria casa e a migrare. Al termine della proiezione – seguita con vivo e palpabile interesse dai presenti –  è seguita una discussione.
I temi della migrazione e dell’accoglienza sono infatti di estrema attualità e portano inevitabilmente a riflettere sugli assetti – anche politici – della nostra società.

Sicuramente la proiezione ha mostrato l’ampiezza mondiale del fenomeno migratorio, la sofferenza, la disperazione dei milioni di esseri umani costretti a lasciare le proprie terre per motivi legati alla guerra, alle persecuzioni, al razzismo, alla fame, alle malattie. Ha inoltre posto gli spettatori di fronte alle proprie responsabilità di cittadini e di esseri umani, costringendoli a interrogare la propria coscienza e in qualche modo a prendere posizione rispetto agli argomenti trattati, superando quella indifferenza e assuefazione al dolore altrui che rischia di appiattire i nostri sentimenti. Il documentario del regista Ai Weiwei vuole invece risvegliare il senso di umanità che siamo certi alberga in ognuno di noi, combattendo l’ignoranza vincendo preconcetti, diffidenza ed egoismo.

Erano presenti diversi amici del Comi, che vogliamo qui ringraziare per la partecipazione attenta e per i puntuali interventi. Vorremmo, attraverso queste pellicole, approfondire e dare un senso a parole come sviluppo alternativo/sostenibile, integrazione e ascolto, un confronto tra cittadini, portatori di idee e di aspirazioni sia individuali sia collettive.

Vi aspettiamo al secondo appuntamento con il documentario L’economia della felicità, che si terrà venerdì 19 ottobre, ore 18:00.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito resta sottinteso il tuo assenso Maggiori informazioni | Chiudi