Dai Diritti ai (diretti) interessati

ITALIA


NOME PROGETTO
:  Cittadinanza globale e Cittadinanza attiva “Dai Diritti ai (diretti) interessati”

LUOGO: Roma, Italia

ANNO DI AVVIO: 2016 / 2017

PROBLEMATICA AFFRONTATA:

Oggi la cittadinanza globale è ritenuta una delle tre priorità in ambito educativo e l’obiettivo 4.7 dei SDGs ribadisce l’importanza di acquisire competenze su tale argomento per promuovere lo sviluppo sostenibile. L’Educazione alla Cittadinanza Globale (ECG) per avere un  impatto significativo oltre ad essere adattabile ai diversi contesti nazionali e locali, ha la necessità di integrarsi nell’educazione formale con un’offerta di qualità che includa anche occasioni di contatto con il Terzo Settore. Il progetto quindi intende affiancare i docenti interessati e motivati a sperimentare percorsi educativi di cittadinanza globale utili a fornire agli studenti l’opportunità di acquisire competenze di cittadinanza globale e contestualmente rafforzarle attraverso esperienze concrete.

La Scuola è responsabile della preparazione dei giovani e deve ambire a renderli consapevoli dell’importanza del loro apporto capace di trasformare in meglio la realtà che li circonda pertanto è indispensabile che sia innovativa e interattiva, connessa con il mondo, collegata con il territorio e con la società civile, in grado insomma di saper rispondere all’emergere di nuovi bisogni formativi di “cittadinanza attiva globale”. Il Comi grazie ai vivi e stretti rapporti intrattenuti con realtà socialmente e culturalmente diverse nei Paesi in Via di Sviluppo e qui in Italia, è in grado di favorire approcci e approfondimenti stimolanti e utili alla formazione umana e sociale dei giovani rendendoli reali protagonisti di solidarietà, porre in loro i semi di un cambiamento culturale capace di cogliere, apprezzare, vivere serenamente e proficuamente l’interazione e l’interdipendenza con i popoli altri, fornire occasioni di contatto con realtà del Terzo Settore e di partecipazione degli studenti di ogni ordine e grado ad azioni di cittadinanza attiva

OBIETTIVO: Rafforzare il senso di cittadinanza globale degli studenti promuovendo l’educazione, la sensibilizzazione e il coinvolgimento degli stessi sull’educazione al rispetto dei diritti umani attraverso attività di conoscenza, integrazione e interazione con i migranti e la partecipazione ad una campagna nazionale sul diritto al cibo. 

ATTIVITA’ PRINCIPALI:

    • Incontro organizzativo con i docenti per definire le priorità e stilare il programma delle attività.

 

      • Attività previste nelle scuole elementari:
        1. realizzazione di laboratori finalizzati a mettere in luce la disparità tra le opportunità alimentari dei diversi paesi rispetto al diritto al cibo e all’accesso all’acqua;
        2. narrazioni di storie personali da parte di migranti (anche in chiave artistica) sul viaggio migratorio
        3. intervento dinamico di un esperto di “Campagna Amica” per spiegare le dinamiche del diritto al cibo, la distribuzione delle risorse, il consumo consapevole, gli stili di vita sostenibili, la biodiversità.

 

      • Attività previste nelle scuole medie inferiori e superiori:
        1. realizzazione di un laboratorio cinematografico che prevede la proiezione di un film o documentario sulla tematica del viaggio migratorio e/o dell’accoglienza dei migranti con successivo dibattito
        2. realizzazione di un laboratorio sull’alimentazione gestito da un esperto di “Campagna Amica” che illustrerà agli studenti le dinamiche del diritto al cibo, la distribuzione delle risorse, il consumo consapevole, gli stili di vita sostenibili, la biodiversità.
        3. testimonianza di migranti per approfondire le radici del fenomeno della povertà e della fame, raccontare in prima persona l’esperienza del viaggio migratorio e il vissuto dell’integrazione in Italia
        4. partecipazione alla campagna per il diritto al cibo “Abbiamo riso per una cosa seria” che prevede sia una formazione sulla campagna stessa che la sua messa in opera nelle classi e in uno stand appositamente allestito nei plessi

         

    • Interventi degli studenti sul blog nazionale e del sito web nel quale si potranno far transitare le notizie sul progetto, condividere le esperienze degli alunni, i contributi degli insegnanti e dei genitori e prendere spunto da buone pratiche ed iniziative sperimentate in altre scuole,

Inoltre sia le scuole elementari che le medie inferiori e superiori avranno, se lo desiderano, il sostegno di Campagna Amica per fare l’orto scolastico.

BENEFICIARI:

  • 10  istituti scolastici che inseriscono il progetto nel POF
  • 30 insegnanti che collaboreranno nella realizzazione del progetto presso i plessi
  • 30 classi che sono coinvolte direttamente nelle attività formative e nell’organizzazione della campagna nazionale Focsiv di diritto al cibo“Abbiamo riso per una cosa seria”

10 migranti che intervenendo presso le scuole arricchiranno il proprio percorso di integrazione all’interno della società italiana e l’esperienza degli alunni in tema di mondialità

CONTROPARTI: Convitto Nazionale Vittorio Emanuele; Istituto Alberghiero Tor Carbone; Istituto Agrario Garibaldi; Istituto Comprensivo Largo Oriani; Istituto Comprensivo Donati.

BISOGNI DEGLI INSEGNANTI: Il problema principale da risolvere è il gap tra la formazione che gli insegnanti hanno ricevuto e gli strumenti necessari per affrontare in chiave educativa i temi globali della solidarietà internazionale e dello sviluppo sostenibile

 

 

 

 

Sostieni i nostri progetti

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito resta sottinteso il tuo assenso Maggiori informazioni | Chiudi