Servizio civile Italia 2017

NOME PROGETTO:  Parla (e suona) con me! edizione 2017

LUOGO: Roma, Italia

ANNO DI AVVIO DEL PROGETTO: ottobre 2016

PROBLEMATICA AFFRONTATA: Benché non corrispondente ai dati reali, i romani (e non solo loro) percepiscono la presenza di stranieri sul territorio urbano come un’Invasione pertanto è quasi naturale che in molti residenti scatti il pregiudizio e un atteggiamento di difesa. La difficoltà ad assorbire ed integrare i nuovi arrivi, e sovente anche di chi da maggior tempo risiede nella capitale, è dovuta a una situazione di emarginazione, o nel migliore dei casi, di una segregazione imputabile alla propria situazione lavorativa, spesso totalizzante Solitamente queste persone debbono battersi per vivere, lavorare ed integrarsi efficacemente con il contesto cittadino. Ad esempio, pur essendo artisti, quasi mai riescono ad esprimere il proprio talento e questo anche perché penalizzati dal loro italiano insicuro che li isola e confina nelle proprie comunità di appartenenza. Diventa irrinunciabile quindi la formazione linguistica, anche tenuto conto della legge 34/2009 che introduce per gli immigrati stranieri l’obbligo di superare un test di conoscenza della lingua italiana ai fini dell’ottenimento dei titoli di regolarizzazione. La conoscenza dell’italiano rappresenta quindi un requisito fondamentale per un buon inserimento scolastico, per il completamento degli studi, l’ effettiva cittadinanza, la partecipazione e lo sviluppo. La pratica della lingua insieme alle performance artistiche vissute sul territorio possono essere un ottimo espediente per mettere in contatto residenti e migranti smorzando dannose tensioni e favorendo il riconoscimento reciproco

OBIETTIVO: Favorire migliori relazioni tra stranieri ed Italiani del I Municipio tramite l’integrazione linguistica, la conoscenza delle norme che regolano la società italiana, comprese quelle antidiscriminazione, lo scambio culturale ed artistico nonché il coinvolgimento di tutti in attività di cittadinanza attiva sul territorio

ATTIVITA’ PRINCIPALI:

  • Organizzazione e realizzazione di una scuola di conversazione per l’esercizio della lingua italiana e la diffusione di informazioni utili agli immigrati, compresi contenuti di educazione civica
  • Organizzazione e realizzazione di eventi culturali con artisti stranieri, per favorire la conoscenza e lo scambio tra la popolazione italiani e quella immigrata
  • Organizzazione di attività di informazione, sensibilizzazione e mobilitazione nelle quali coinvolgere italiani e migranti al fine di stimolare azioni di cittadinanza attiva e l’adozione di stili di vita sani e sostenibili

BENEFICIARI:

  • Almeno 300 immigrati che frequentano le scuole di conversazione in italiano
  • Circa 3500 residenti cittadini della zona di san Giovanni

PARTNER:  Ufficio Nazionale del Servizio Civile, COMAS Grafica, We Com s.r.l., CICSENE, ’Università La Sapienza – Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche – Master “Migration and Development”, Università del Salento, – Master “Management socio-sanitario”

ESIGENZE: La scuola di conversazione ha bisogno di supporto finanziario per gli alimenti del laboratorio interetnico gastronomico settimanale e per il kit scolastico degli aderenti alla scuola di conversazione.

Con pochi spiccioli si può assicurare il kit scolastico del migrante:

Libro di apprendimento dell’ italiano (diversi livelli) € 6,00
Dizionario € 2,50
Biro € 1,65
Quaderni € 1,75
Zainetto $ 3,00
Cartina di Roma $ 0,10
TOTALE $ 15,00

 

Sostieni i nostri progetti

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito resta sottinteso il tuo assenso Maggiori informazioni | Chiudi